top of page

Legame x Lingua Clara

Aggiornamento: 16 set 2021

Usu latinae linguae verba nova et insolita explicare. Ovvero spiegare cose nuove con parole vecchissime…Lingua Clara si inserisce nella cornice di ATB Associazione Culturale con la volontà di mostrare le potenzialità di una lingua, considerata ormai obsoleta, ma che si dimostra invece contemporanea e viva. Non si propone di usare il latino che avrebbe utilizzato Cicerone, ma sfrutta, piuttosto, la struttura e i termini, anche quelli insoliti, del latino con l’obiettivo di intessere un gioco tra chi scrive e chi legge: quello di capirsi attraverso parole lontane, evocative, insolite, che nella loro verità eterna palesano un significato immediatamente chiaro. Non serve conoscere il latino per capire il significato di questo latinorum!


Legame: Coniunctione cordium animae laetatae sunt.


Curiosità


La possibilità dell’arte di esprimere l’erotismo, sublimandolo, è stata ampiamente sfruttata nel corso della storia e sufficientemente trattata in precedenza in questa rubrica, con la parola pornografia. Ma esistono molti tipi di amore e non è solo quello passionale a divenire oggetto di studio e materia di ispirazione per scrittori, scultori, pittori e musicisti. L’amore, oltre a una tempesta impetuosa, può anche essere un solido appoggio, un pilastro invisibile, una spessa corda che lega due anime in maniera indissolubile.

Nell'arte orientale, per esempio nei manga ovvero i fumetti giapponesi, troviamo la ricorrente immagine di un filo rosso a legare i mignoli delle anime gemelle, un filo destinato ad avvolgersi fino a farle incontrare, secondo l'ineluttabile trama del destino. In una prospettiva più ampia, questo amore può riguardare anche un genitore e un figlio, un creatore e un creato e proprio nello spazio in mezzo, nella distanza tra le dita di Dio e quelle dell'uomo che si avvicinano senza sfiorarsi, si intravede l'importanza della loro relazione.

Similmente alla Creazione di Michelangelo, la famosissima scultura di Amore e Psiche che si abbracciano gioca sull’intensità del loro amore osteggiato dalle circostanze e maturato nel tempo, che si esprime nel vuoto tra due volti incastonati nel marmo. I due non si incontreranno mai, ma questo vuoto sembra restringersi nella loro tensione e riempirsi, diventando un ponte tra i due amanti. Questo vuoto carico di significato, nell’Anniversario di Chagall, supera addirittura i confini dell’esistenza umana dove il ricordo dell’amata moglie, ormai deceduta, riempie la casa vuota ed è sempre presente la sua figura evanescente, fantasma senza peso che occupa il cielo dell’artista e permette alla sua anima di sollevarsi in volo.


54 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page